ISEE 2018: documenti necessari da presentare al Caf, la lista completa

Che cos’è la documentazione ISEE? Iniziamo con il dire che detto incartamento rappresenta la documentazione che è necessario portare ai Centri di Assistenza Fiscale

Al fine di predisporre la dichiarazione, espressa nel modello DSU, Dichiarazione Sostitutiva d’Imposta Unica necessaria a certificare la situazione economica del contribuente. Detta certificazione è un indicatore della condizione economica del nucleo abitativo per poter disporre di tipologie reddituali di supporto al income familiare, per asilo nido, sostegno alla maternità, assegno per famiglie da tre figli in poi.

Il calcolo ISEE considera i seguenti elementi:
CALCOLO ISEE 2018
-assegno al partner o il figlio;
-il 20% di quanto percepito mensilmente per lavoro dipendente e pensioni;
-affitto;
-case di proprietà;
-interesse provocato da un investimento finanziario.

I documenti per l’Isee 2018 sono i seguenti:

i documenti al Caf, Patronato, Associazione o commercialista sono i seguenti:

dalla presentazione al CAF alla consegna del DSU, accettato dall’INPS ci sono 10 giorni di tempo.

-Contratto di locazione (è necessario il codice di registrazione)
-Canone d’affitto (ultima bolletta di affitto pagata)
-Alloggio pubblico (ultima fattura affitto)
-Stato familiare

Per ciascun componente della famiglia è necessario:
730 o UNICO
-Codice fiscale;
-Carta d’identità;
-Documento di invalidità, per disabilità dal 66% in su, sempre se è un componente della famiglia;
-730 o UNICO oppure ultima documentazione del reddito, CUD, fornito dall’azienda o l’isituto che eroga la pensione; la cosa è valida anche nel caso della disoccupazione; è necessario fornire il NASpI 2017 che attestà lo stato di “cassa integrazione” o “mobilità”.

Inoltre, è necessario fornire dati in merito al partrimonio immobiliare per cui i documenti da fornire saranno quelli che attestano la proprietà di un fabricato, un terreno che sia agricolo o fabricabile e la modalità di presentazione sarà quella della “visura catastale”.

Inoltre, sarà necessario presentare il famoso calcolo del residuo del capitale relativo al mutuo per il pagamento della casa o di un altra tipologia di immobile. Questi dati sono a vostra disposizione nella maggior parte dei conti correnti, spesso sotto la voce ISEE.