Decreto dignità nuovi voucher bonus assunzioni cosa cambia

Decreto dignità: assunzioni e voucher ecco cosa è previsto.

Con il nuovo decreto saranno introdotti i voucher e incentivi per le assunzioni. Ma anche norme per riqualificare i centri per l’impiego e agevolare i precari della scuola. Sono queste tutte le novità del decreto Dignità. Luigi Di Maio vicepremier ha annunciato il nuovo emendamento

Il voucher non riguarderà tutti

Dopo la precedente abolizione i voucher sono pronti a rientrare, ma riguarderanno solamente alcuni settori e potranno essere utilizzati solo nei periodi dove ci sarà bisogno di un aumento di personale.
Si torna così ai voucher lavoro, fortemente voluti dal gruppo cinque stelle e utilizzati come ricevuta di pagamento per determinati tipi di lavoro occasionali.
L’obiettivo di questo ritorno è cercare di agevolare le fasce più deboli, i nuovi voucher sono tracciabili e riguardano pensionati, studenti e disoccupati.

Decreto dignità: tutte le altre novità

Un altro punto molto importante del decreto sarà la proroga di due anni del bonus assunzioni per gli under 35.
Saranno rafforzati tutti i centri per l’impiego, grazie alle alte quote di assunzioni che le regioni faranno prossimi tre anni, sempre se di arriverà ad un accordo tra regioni e Stato.
Si prevede inoltre, dimezzare l’accisa sulla vendita online di liquidi contenenti nicotina e non per i tabacchi da inalazione, questa passera dal “50 al 25%”.
Novità anche per quanto riguarda l’allentamento sulle delocalizzazioni con la diminuzione significativa degli incentivi per le aziende che rinunciano a posti di oltre il 50% e non il 10%, un vero e proprio allarme per tutte le aziende presenti sul territorio.